banner-osteopata-dottor-giuseppe-simonetti-oristano

COS’É L’OSTEOPATIA?

L’Osteopatia è un sistema di diagnosi e trattamento che pur basandosi sulle Scienze Fondamentali e le conoscenze mediche tradizionali (anatomia, fisiologia, neurologia, neurofisiologia, etc..) non prevede l’uso di farmaci.

Attraverso manipolazioni e manovre specifiche si dimostra efficace per la prevenzione, valutazione ed il trattamento di disturbi che interessano non solo l’apparato neuro-muscolo-scheletrico, ma anche cranio-sacrale (legame tra il cranio, la colonna vertebrale e l’osso sacro) e viscerale (azione sulla mobilità degli organi viscerali).

Inoltre a differenza della medicina tradizionale allopatica, che concentra i propri sforzi sulla ricerca ed eliminazione del sintomo, l’Osteopatia considera il sintomo un campanello d’allarme e mira all’individuazione della causa alla base della comparsa del sintomo stesso.

Secondo la definizione dell’ (OMS) Organizzazione Mondiale della Sanità, “l’Osteopatia è un sistema affermato e riconosciuto di prevenzione sanitaria che si basa sul contatto manuale per la diagnosi e per il trattamento.”

Rispetta la relazione tra la mente e il corpo, sia in salute che nella malattia: pone l’enfasi sull’integrità strutturale e funzionale del corpo e sulla tendenza intrinseca del corpo ad auto-curarsi. Il trattamento osteopatico viene visto come influenza facilitante per incoraggiare questo processo dì auto-regolazione.

COME PUÒ AIUTARTI L’OSTEOPATIA ?

Mal di testa
emicrania, cefalea, sinusite, labirintite (vertigini), dolori e nevralgie facciali.

Problemi di occlusione dentale
e dell’articolazione temporo-mandibolare, bruxsismo (digrignare i denti)

Colpo di frusta
cervicalgia, cervico-brachialgia, torcicollo, Sindrome dello Stretto toracico superiore, parestesie e formicolio degli arti superiori.

Dolori costali e intercostali
dorsalgia, nevralgia intercostale.

Lombalgia
sciatica, discopatie, ernia discale, dolori lombo sacrali e del coccige, pubalgia.

Dolori degli arti inferiori: dell’anca, del ginocchio (menisco, legamenti, rotula), della caviglia, del piede.

Dolori degli arti superiori:
articolazione scapolo omerale, Sindrome del tunnel tarpale, polso, mani, epitrocleite e epicondilite (gomito del tennista).

Disordini funzionali delle vie digestive
digestione lenta, bruciore di stomaco, ernia iatale, stitichezza e colite.

Dolori mestruali
irregolarità del ciclo, infertilità, cistiti.

Disturbi comuni in gravidanza
disfunzioni post parto, disturbi del pavimento pelvico, prolasso e malposizione uterina.

Bambini:
insonnia, coliche, rigurgiti, otiti, occlusioni dentali, dolori addominali, dolori articolari, infezioni ricorrenti, asma e difficoltà respiratorie, asimmetrie del cranio, ecc…

Fatica cronica
stati ansiosi, attacchi di panico, disturbi dell’umore (stati depressivi) difficoltà nella concentrazione.

LE TECNICHE OSTEOPATICHE

Il trattamento osteopatico può avvalersi di diversi metodi e tecniche di trattamento. Gli osteopati le utilizzano indifferentemente in funzione delle necessità terapeutiche. Una classificazione possibile è quella che fa riferimento a queste tre grandi famiglie:

Tecniche strutturali
La tecniche strutturali sono definite tali poiché ristabiliscono la mobilità della struttura ossea. La specificità e la rapidità delle manipolazioni consente il recupero della mobilità articolare. Hanno una forte influenza neurologica, oltre che puramente meccanica, in quanto favoriscono l’emissione di corretti impulsi dalle e alle terminazioni della parte trattata.

Tecniche cranio-sacrali
Le tecniche cranio-sacrali, nate con l’osteopatia, agiscono sul movimento di congruenza fra le ossa del cranio e il sacro, che hanno un proprio ritmo, ristabilendone il normale “meccanismo di movimento”. L’osteopata, con la sua azione manuale, è in grado di percepire i movimenti specifici del cranio. Con queste tecniche si agisce in particolare sulla vitalità dell’organismo, qualità fondamentale che permette agli esseri viventi di reagire con efficacia agli eventi di disturbo provenienti dall’ambiente esterno e da quello interno.

Le tecniche viscerali
I visceri si muovono in modo specifico sotto l’influenza della pressione diaframmatica. Questa dinamica viscerale può essere modificata da vari fattori. Applicando una tecnica specifica, l’osteopata permette all’organo di trovare la sua fisiologia naturale ed i disordini legati alla restrizione di mobilità saranno così corretti.

banner-osteopata

Domande frequenti

Come avviene un trattamento osteopatico?

Ogni seduta osteopatica si apre con una anamnesi per la raccolta dei dati clinici, finalizzata a raccogliere una serie di informazioni sul quadro clinico del paziente e a trarre informazioni su antecedenti e stile di vita.

Dopo l’anamnesi iniziale, l’osteopata procede con un esame obiettivo per comprendere la causa del disturbo e, in seguito, un esame di tipo osteopatico per mettere in relazione i diversi sistemi del corpo.

L’osteopata procede con il trattamento e darà indicazioni per l’eventuale seduta successiva.

Cosa vuol dire manipolare?

Significa trattare con le mani un tessuto osseo, muscolare o viscerale con un approccio sempre rispettoso dei tessuti. L’osteopata ricerca le zone più rigide che possono anche essere dolenti, cercando con vari metodi di “liberarle” e di ristabilire la mobilità, offrendo al paziente una sensazione di leggerezza e immediato benessere che si protrarrà nel tempo.

Gli osteopati trattano i bambini?

La pratica osteopatica interessa molti ambiti e tutte le fasce d’età.

Dal periodo di gravidanza a quello neonatale, l’osteopata può essere d’aiuto per tutti i disturbi tipici della neonatologia e della pediatria. Il trattamento osteopatico è volto sia ai disturbi pediatrici più comuni, come otiti, dolori addominali, coliche, problemi digestivi, problemi di sonno, a quelli meno comuni come la plagiocefalia, dislessia etc.

L'osteopata prescrive farmaci?

Assolutamente no, sia per legge che per vocazione. Lo stesso Dr. Andrew Taylor Still ha fondato l’osteopatia nel 1874 formulando una disciplina terapeutica che non si fondasse sull’uso dei farmaci, bensì su una filosofia metodologica manipolativa mirata alla ricerca dell’origine del sintomo. Il principale mezzo a disposizione dell’osteopata, infatti, sono le sue stesse mani. La palpazione manuale riesce a rilevare le rigidità e tensioni e, con il trattamento manipolativo, a ristabilirne la mobilità.

Osteopata Dott. Giuseppe Simonetti

sionetti-logo-verticale

Dott. Giuseppe Simonetti


Via Giovanni Canalis, 16, 09170 Oristano OR

Tel:  328.0164109

Mail: g.osteosimo@gmail.com

Desideri maggiori informazioni ?

Contattaci ora !

Il tuo nome *

La tua email *

Oggetto

Il tuo messaggio

* Campi obbligatori

Osteopata Dott. Giuseppe Simonetti © 2018 • creato con Pagine.Club

Start typing and press Enter to search